Arcieri del Castello
Arcieri del Castello A.S. D.
Via Carducci - Frazione Monasterolo
Peschiera Borromeo - Milano
Comune di Peschiera Borromeo FIARC
LAM Affiliato
UISP
 
Utente: Password:
 

Clicca qui per scaricarlo in formato PDF

Con riferimento allo Statuto dell’Associazione Sportiva Dilettantistica denominata Arcieri del Castello ASD, indicata anche con il termine di “Compagnia”, si definisce quanto segue:

 

 

CAMPO DI TIRO

 

Articolo 1

 

Il campo di tiro, situato in località Monasterolo, nel comune di Peschiera Borromeo, via Carducci, è deputato alla pratica del tiro con l’arco.

Sono vietate altre attività ludico-sportive non attinenti a tale pratica.

 

Articolo 2

 

Il campo è così suddiviso:

a)    una zona di tiro a cui l’accesso è consentito solamente ai tiratori ;

b)    una zona, all’interno della zona di tiro, utilizzata per l’allenamento degli allievi e lo svolgimento dei corsi di addestramento;

c)    una zona libera aperta anche agli ospiti, destinata ad attività di socializzazione

d)      due aree di parcheggio auto, una interna alla recinzione del campo, una esterna, destinata agli ospiti.

 

All’interno della zona di tiro sono presenti due terrapieni battifreccia utilizzabili anche per tiri dall’alto secondo le modalità descritte all’ Art. 14.

 

Articolo 3

 

Possono accedere alla zona di tiro tutti i soci in regola con quanto definito agli Art. 3 e 4 del Regolamento Generale e gli occasionali tiratori ospiti: costoro devono comunque essere arcieri associati FIARC o ad altre federazioni nazionali che garantiscano l’esistenza di un’adeguata copertura assicurativa.

L’arciere ospite opera sotto la responsabilità del socio ospitante il quale è garante del rispetto delle norme dei Regolamenti e dello Statuto della Compagnia.

I soci, durante il periodo di addestramento, devono allenarsi esclusivamente nella zona a loro riservata (v. art. 2 punto b). Previa verifica dell’istruttore e sotto la sua responsabilità potranno utilizzare anche altre aree del campo purchè non impegnate da altri arcieri, lasciandole comunque libere al sopraggiungere di questi ultimi.

E’ vietato di norma l’uso di attrezzature diverse da quelle normalmente in dotazione al campo di tiro.

 

 

NORME DI SICUREZZA

 

Articolo 4

 

Non più di quattro arcieri possono tirare contemporaneamente sullo stesso bersaglio, salvo eventuali eccezioni decise dal Direttore Sportivo e comunque sempre dalla stessa linea di tiro.

E’ vietata qualsiasi forma di tiro incrociato, ovvero tiro di due o più arcieri, su bersagli differenti, con traiettorie contemporanee che si intersecano fra loro.

E’ vietato altresì il tiro in diagonale qualora le traiettorie possano oltrepassare i limiti della zona di tiro

 

 

 

Articolo 5

 

Prima di oltrepassare la linea di tiro, per qualsiasi motivo, l’arciere deve accertarsi che la sequenza di tiro da parte degli altri arcieri sia terminata.

In ogni caso è assolutamente vietato attraversare il campo durante lo svolgimento dei tiri.

 

Articolo 6

 

Gli arcieri che non diano garanzie ai fini della sicurezza dei tiratori e della regolarità di esecuzione dei loro tiri, potranno essere invitati  a indirizzare i loro tiri verso bersagli più vicini senza comunque oltrepassare la linea di tiro comune.

 

Articolo 7

 

Le frecce cadute fuori bersaglio e non trovate dopo un tempo ragionevolmente breve, verranno cercate alla fine dei tiri.

 

Articolo 8

 

L’arciere che si inserisce sulla linea di tiro mentre altri arcieri stanno  effettuando dei tiri, è tenuto ad osservare i medesimi tempi di tiro e di recupero  degli altri arcieri.

 

Articolo 9

 

L’uso di frecce con punte da caccia è consentito solamente su appositi bersagli; se questi non sono disponibili, detto impiego è interdetto.

 

Articolo 10

 

E’ vietato tendere l’arco armato in una qualsiasi direzione che non sia quella del bersaglio visto dalla linea di tiro.

L’arciere che si appresta ad effettuare un tiro deve evitare di tendere l’arco procedendo con il braccio dell’arco dall’alto verso il basso per portarsi in linea con il bersaglio.

 

Articolo 11

 

Gli allenamenti alla sagoma mobile dovranno essere praticati esclusivamente nelle zone designate allo scopo e solo dopo aver accertato le condizioni di assoluta sicurezza della zona circostante.

 

Articolo 12

 

La pratica del tiro al volo è consentita con frecce FLU-FLU ovvero con frecce dotate di impennaggio tale da garantire una gittata massima di 80 metri.

Durante tale pratica l’arciere dovrà disporre in faretra solamente di frecce FLU-FLU

Tale pratica non è consentita in contemporaneità con altri arcieri che tirano alla sagoma.

 

Articolo 13

 

All’interno del Campo di Tiro non è consentita alcuna attività venatoria.

 

 

 

Articolo 14

 

I terrapieni battifreccia posti in fondo alla zona di addestramento (Art. 2 b) nella parte sinistra del campo di tiro e dietro alla sagoma mobile nella parte destra del campo di tiro sono dotate di scalini e di un camminatoio sulla sommità per poterle utilizzare come pedane di tiro rialzate.

Il loro utilizzo è soggetto alle seguenti regole:

a)    Possono essere utilizzate solo quando le zone antistanti non siano impegnate da altri arcieri

b)    La salita e la discesa dal terrapieno devono avvenire unicamente utilizzando gli appositi scalini

c)    I tiri devono essere effettuati solo dalla zona delimitata dal camminatoio

d)    La direzione dei tiri deve essere verso le sagome poste oltre al terrapieno se viste dalla normale linea di tiro

e)    Il recupero delle frecce dopo il tiro dal terrapieno di sinistra può essere effettuato indipendentemente dalla sequenza di tiro sul resto del campo, in quanto la zona di recupero è protetta da apposite pareti divisorie

f)    Il recupero delle frecce dopo il tiro dal terrapieno di destra deve invece essere sincronizzato con quanto avviene sulla linea di tiro normale

 

Qualora uno o entrambi i terrapieni di tiro siano utilizzati da alcuni arcieri, risultano interdette al tiro, a seconda del caso, le seguenti zone:

g)    La zona di addestramento

h)    La zona di tiro alla sagoma mobile

i)     La fascia di tiro posta immediatamente a sinistra del terrapieno di destra e corrispondente al terrapieno più distante rispetto alla linea di tiro.

 

Prima di impegnare dette zone è sempre necessario accertarsi che non vi siano altri arcieri oltre i terrapieni.

 

ATTREZZATURE E MATERIALI

 

Articolo 15

 

La pulizia e l’ordine del campo di tiro come pure la conservazione delle attrezzature e del materiale acquistato dalla Compagnia, sono affidati alla cura di tutti i soci: essi debbono rendersi quindi disponibili per effettuare tutte le operazioni necessarie a garantire la  regolarità della pratica di tiro al campo.

 

Articolo 16

 

L’attrezzatura normalmente utilizzata per i corsi di addestramento è affidata agli istruttori che ne curano l’utilizzo e la manutenzione.

 

Articolo 17

 

Gli arcieri devono accedere al campo per la pratica di tiro con frecce contrassegnate dal nome e/o dal numero di tessera FIARC, per consentirne il riconoscimento.

Le eventuali frecce ritrovate e non identificabili potranno essere riutilizzate per i corsi, ovvero destinate alla discarica .

Le eventuali frecce ritrovate ed identificabili dovranno essere portate nella casetta ripostiglio.

Le frecce rottesi durante lo svolgimento dei tiri dovranno essere smaltite in maniera appropriata  a cura dell’arciere stesso.

In caso di smarrimento di frecce oltre il limite del campo, l’arciere deve darne comunicazione scritta al Direttore Impianti e Attrezzature.

 

 

NORME COMPORTAMENTALI

 

Articolo 18

 

a)    Ogni arciere deve evitare di gettare a terra rifiuti di qualunque genere, riponendoli invece negli appositi contenitori .

b)    La ricerca delle frecce dopo ogni “volee“, se necessaria, non deve essere effettuata salendo sui terrapieni perché facilmente friabili essendo costituiti da terra da riporto.

c)    Chi utilizza il campo per picnic o intrattenimenti personali dovrà aver cura di portar via per proprio conto i rifiuti prodotti.

d)    E’ vietato portare al campo materiale e/o oggetti vari, salvo preventiva autorizzazione  da parte della Compagnia tramite il Direttore Impianti e Attrezzature .

e)    L’area di parcheggio interno è quella lungo la recinzione: non è consentito utilizzare l’area di fronte alla casetta ufficio e al container come zona di parcheggio auto salvo necessità operative della Compagnia (carico e scarico materiali)

f)    E’ consentito l’accesso con cani purché trattenuti da guinzaglio ed avendo cura di raccogliere gli eventuali escrementi prodotti.

g)      Gli ospiti, e in particolare i minori non arcieri, sono sotto la tutela e responsabilità del socio ospitante. La Compagnia declina ogni responsabilità per danni a persone e/o cose causati dagli ospiti, ovvero per danni causati agli ospiti stessi e/o loro cose.

 

 

SANZIONI DISCIPLINARI

 

Articolo 19

 

La ripetuta violazione delle norme di sicurezza o non osservanza degli obblighi e divieti riportati nel presente Regolamento di Campo, oggettivamente verificata ed a più riprese contestata verbalmente da parte di uno o più soci, comporta l’ammonizione o rimprovero ufficiale, inflitta ai sensi dell’Art. 9 dello Statuto.

 

 

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI CAMPO

 

Articolo 20

Il presente Regolamento di Campo può essere modificato e/o integrato dal Consiglio Direttivo al fine di garantire il regolare svolgimento delle funzioni del campo di tiro nel corso dell’anno.

Le modifiche e/o integrazioni al presente regolamento dovranno essere rese note ai soci tramite affissioni nella bacheca e comunicazione tramite mail.

Tali modifiche e/o integrazioni avranno valore sino allo svolgimento della prima Assemblea, Ordinaria o Straordinaria nella quale dovranno essere, previa eventuale discussione e variazione, ratificate o abrogate.

 

Regolamento di campo approvato dall’Assemblea dei Soci il 15 Novembre 2013.

 

 



Web Designed by DgB Project
Arcieri del Castello A.S.D.
C.F. 97203050154